Guida Alle Principali Valute Del Forex Trading

Uno degli errori più commessi nel forex trading è quello di non pensare a ciò che si sta comprando o vendendo, a prescindere dalle oscillazioni di prezzo. Se è vero che nel trading sono i prezzi a farla da padrone e anche vero che essi non sono mai troppo alti per aumentare o troppo bassi per calare ancora!

Di certo, si farà un trading più efficiente se vi sarà una certa comprensione di ciò che rende appetibili o meno determinate valute. Ricordate quindi che comprendere le principali monete del mercato forex renderà il trading più efficace e redditizio.

Ad oggi, sono 8 le valute più importanti dell’universo Forex. Vediamole di seguito, in ordine di importanza:

+
  1. USD (dollaro americano)
  2. EUR (Euro)
  3. JPY (yen giapponese)
  4. GBP (sterlina britannica)
  5. CAD (dollaro canadese)
  6. CHF (franco svizzero)
  7. AUD (dollaro australiano)
  8. NZD (dollaro neozelandese)

A queste andrebbe in realtà aggiunto lo Yuan cinese (CNY), che negli ultimi anni sta acquisendo sempre più importanza grazie all’espansione dell’economia cinese e al recente deprezzamento della valuta per favorire le esportazioni del paese asiatico.

Ad ogni modo, la classifica sopra indicata non è stata basata sul PIL dei rispettivi paesi o su un altro indicatore economico. L’importanza data alle diverse valute prende in considerazione la convertibilità, il suo utilizzo come valuta di riserva globale e la correlazione con le materie prime più importanti. Ad esempio, ci sono molti paesi (come l’India) che hanno economie molto più grandi della Svizzera o dell’Australia.

Tuttavia, l’Australia è un importante produttore di oro e di diverse altre materie prime che vengono utilizzate nella produzione, mentre le banche svizzere sono notoriamente in possesso di una enorme quota di capitale privato (soprattutto oro), dando entrambe a queste valute più “peso” rispetto alle altre, indipendentemente dalle economie nazionali che esse rappresentano. Quindi, nel Forex è necessario pensare al di là della semplice economia nazionale per riuscire a comprendere le principali valute del settore.

Il “Re” Dollaro

Principali Valute Del Forex TradingLa prima cosa a cui qualsiasi forex traders dovrebbe prestare attenzione per comprendere le principali valute mondiali è che il dollaro è la valuta più importante in assoluto.

Tutte le altre vengono quindi giudicate “inferiori” nel valore, rispetto al dollaro americano. Quindi, si può fare molto più facilmente Forex trading se ci si concentra di più sulle altre sette valute in coppia con il dollaro, invece di preoccuparsi di ogni possibile permutazione (anche se le eccezioni non mancano).

L’importanza del USD è dovuto non solo al grande dimensioni dell’economia americana, che è più grande di quella di qualsiasi altra nazione (quasi grande come l’intera zona euro!), ma anche grazie alla posizione unica degli Stati Uniti come “architetto” del sistema finanziario globale che lo rendono l’unica vera superpotenza mondiale.

Il dollaro americano è inoltre la principale valuta di riserva del mondo e vi è una maggiore ricchezza di liquidità detenuta in dollari statunitensi che in qualsiasi altra valuta. Ciò significa che il dollaro, solitamente, sarà il principale faro dei movimenti valutari. Se persone di tutto il mondo decidono di tenere i loro risparmi in dollari, ciò significa che la valuta crescerà e tenderà a spingere la maggior parte delle altre valute verso il basso. E viceversa.

Nel corso degli ultimi 15 anni, il dollaro americano ha mostrato una tendenza più prevedibile e forte di qualsiasi altra valuta nel mercato forex globale e questo è un dato che aiuta sicuramente a comprendere meglio i movimenti delle principali valute del settore.

Valute Sicure vs Valute Rischiose

Per varie ragioni, il mercato tende a vedere alcune valute come “porti” sicuri, in quanto sono solite aumentare il proprio valore relativo quando si verificano turbolenze del mercato causate dalla paura sulle prospettive economiche globali. Le valute universalmente riconosciute più sicure sono il dollaro americano (USD), lo yen giapponese (JPY) e l’Euro (EUR).

Un tempo, di questa speciale classifica faceva parte anche il franco svizzero (CHF): ora non più, a causa di alcune rivalutazioni “selvagge” innescate dalla Banca Nazionale Svizzera e al suo elevato tasso di interesse negativo del -0.75%. Le altre valute tendono a funzionare bene quando vi sono buone prospettive di crescita economica globale.

Le Commodity Currencies

Il termine commodity currencies fa riferimento alle coppie di valute il cui valore dipende in gran parte dell’esportazione di materie prime del paese, come il petrolio, metalli preziosi e prodotti agricoli. Esiste un certo numero di commodity currencies, ma le valute più comunemente scambiate nel mercato del Forex sono il Dollaro australiano (AUD), il Dollaro canadese (CAD) e il dollaro della Nuova Zelanda (NZD). A differenza di altri paesi che esportano anche le materie prime, le esportazioni di questi paesi rappresentano un parte importante del loro PIL annuale.

Come tale, le fluttuazioni del valore o la quantità di merci esportate in questi paesi avranno un impatto più significativo sulla valuta del paese. Per quanto riguarda le strette correlazioni tra valuta e materia prima, il CAD è positivamente correlato con il prezzo del petrolio greggio, l’AUD è positivamente correlato con il prezzo dell’oro, mentre NZD tende a fare bene quando vi è una crescente domanda di prodotti lattiero-caseari e carne di agnello.

Liquidità

La maggior parte dei forex trader noteranno come coppie di valute diverse abbiano diverse “personalità”: alcune sono molto volatili e si muovono velocemente (un buon esempio è GBP/JPY), mentre altre tendono ad essere più “lente” (l’esempio perfetto è EUR/USD). Ciò succede a causa delle liquidità delle rispettive valute, in quanto nei mercati mondiali “girano” più Euro e dollari statunitensi rispetto a qualsiasi altra valuta.

Questo è il motivo principale per cui i loro prezzi tendono a muoversi molto lentamente. Tuttavia, quando si guarda a valute come GBP, JPY e CHF, una carenza di liquidità può comportare che il loro prezzo si muova molto velocemente.

Forex Trading con un conto virtuale

Piattaforme
Min. Deposito
Leva Max
Demo Gratuita
€100
300:1
€100
30:1
€10
500:1
€50
400:1
€50
400:1
Michele D'Ippolito

Uno degli errori più commessi nel forex trading è quello di non pensare a ciò che si sta comprando o vendendo, a prescindere dalle oscillazioni di prezzo.

Editor's Rating:
5

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading?
... allenati senza rischiare con un Conto Demo
plus500
etoro
markets
iq option
bdswiss
24option
fxtm
avatrade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *