Elezioni USA: Su Quali Valute Investire?

Mancano ormai poche ore alle elezioni USA e dopo la mezzanotte sapremo chi sarà il 45° Presidente degli Stati Uniti d’America. Ed è proprio in queste ore che potrebbero realizzarsi degli ottimi affari sul mercato Forex, scommettendo soprattutto sui cross che vedono il dollaro USA scambiato contro il Dollaro Australiano (AUD) e quello Neozelandese (NZD), entrambi strettamente correlati. Comunque vadano queste elezioni, di sicuro ci saranno effetti sull’andamento della valuta americana: un suo rafforzamento, in caso di vittoria della Clinton o indebolimento, se dovesse vincere Trump. La situazione nella quale versano i cambi AUD/USD e NZD/USD è per certi versi un terreno ideale per “piazzare” una scommessa vincente, specialmente se a spuntarla alla fine sarà la candidata democratica. A potenziare ulteriormente questo scenario si aggiunge anche l’avvicinarsi della riunione della Reserve Bank of New Zeland, in cui si dovrebbe decidere di tagliare i tassi di interesse.

elezioni-usaCome tutti i grandi eventi macroeconomici, le imminenti elezioni presidenziali americane possono rappresentare per gli investitori un’ottima occasione di guadagno. Ma oltre al dollaro USA (la valuta più scambiata al mondo), bisogna tenerne d’occhio altre due, correlate tra loro, dotate di grandi potenzialità. Come detto prima, stiamo parlando del dollaro australiano e del dollaro neozelandese, da mesi ormai presenti in trend rialzisti nei confronti del dollaro USA e che attualmente sono vicine ai loro massimi annuali. Ciò però potrebbe significare anche un’inversione del trend, soprattutto in caso di rafforzamento del dollaro USA dovuto alla possibile vittoria della Clinton. A questo deve aggiungersi l’arrivo, durante la giornata di domani, della riunione della Reserve Bank of New Zeland. Rumors molto attendibili dicono infatti che la banca centrale neozelandese taglierà i tassi di interesse, dal +2% al +1,75%. E ciò dovrebbe rappresentare un ulteriore evento a sfavore della valuta locale, a sua volta strettamente correlata con quella australiana. In caso di vittoria di Trump alle elezioni, invece, non è da escludere per entrambi i cambi la rottura della zona di massimi e la risalita verso nuovi livelli record per il 2016.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading?
... allenati senza rischiare con un Conto Demo
plus500
etoro
markets
iq option
bdswiss
24option
fxtm
avatrade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *