Come Fare Trading Con le Criptovalute

Le criptovalute stanno vivendo un periodo d’oro, trascinate dall’ascesa inarrestabile del Bitcoin, che qualche giorno fa ha rotto il muro dei $ 18.000. Oggi molti broker online offrono la possibilità di acquistare e fare trading con le criptovalute: tutti permettono di negoziare il Bitcoin, circa metà di loro offrono Ethereum e Litecoin, e circa un quarto permettono di tradare Ripple o Dash. Questo significa che se volete scambiare altre valute virtuali oltre il Bitcoin, la scelta probabilmente sarà limitata. Ad ogni modo, vediamo ora come fare trading con le criptovalute.

criptovalute

Fare Trading con Le Criptovalute

Come abbiamo detto in molti articoli precedenti, il mercato forex è molto volatile. Ma le criptovalute sono soggette ad un rischio maggiore rispetto alle monete tradizionali, in quanto il loro valore potrebbe scendere quasi a zero in un attimo! Senza contare che la tanto importante leva finanziaria non viene offerta da tutti i broker per le criptovalute o è davvero bassa. Circa il 40% di loro offre infatti una leva inferiore 10 a 1, solo pochi salgono ad un massimo di 20 o 30 a 1. Quando si fa trading con una criptovaluta utilizzando la leva finanziaria, a meno che il vostro broker non offra una protezione garantita contro il saldo negativo o garantisca stop serrati, potreste finire per essere responsabili per somme molto superiori al vostro deposito e a dover affrontare procedimenti legali per qualsiasi debito contratto!

Ad ogni modo, come per le valute tradizionali, si possono aprire sia posizioni long che short sulle criptovalute cercando di guadagnare sia dalla salita che dalla discesa del prezzo. Inoltre, visto che le valute virtuali sono asset molto rischiosi, gli spread e le commissioni saranno generalmente più alte. Di solito, gli spread possono anche superare i $ 10, mentre le commissioni (in media) si attesteranno intorno allo 0,24%. Ciò significa che può essere relativamente costoso fare trading nel breve periodo, nel caso in cui si piazzeranno un numero elevato di trade.

Alcuni broker offrono minimi fino ad un massimo di 10 Bitcoin, con i quali non potrete fare trading per meno di $ 40.000 (ai prezzi attuali). Ad una tipica leva massima di 10 a 1, dovrete quindi depositare almeno $ 4.000 per piazzare un singolo trade. Altri broker sono invece più convenienti. Ad ogni modo, oggi la commissione giornaliera media è dello 0,07% del valore della posizione. Questo significa che se avete aperto una posizione di 0,10 Bitcoin del valore di $ 420, al vostro account verrebbe detratta una commissione dello 0,07% del totale per ogni giorno che viene mantenuta aperta la posizione ($ 0,29).

Analisi Tecnica o Fondamentale?

Anche se l’analisi fondamentale ha la sua indubbia utilità, nel trading delle criptovalute l’analisi tecnica è molto più importante. Il segreto è trovare la perfetta sintesi fra le due: se entrambe vengono fatte in modo corretto, si aumenteranno le possibilità di piazzare trade vincenti con un elevato rapporto rischio-ricompensa. Questo sempre se le commissioni notturne non diventino troppo elevate lasciando la posizione aperta per troppo tempo.

Tuttavia, nel caso delle criptovalute, l’analisi fondamentale è limitata al decidere la probabilità di avere successo o meno nel lungo termine. Non esistono metri di paragone da utilizzare per giustificare tale decisione: forse il numero totale di proprietari, la capitalizzazione di mercato e il numero di imprese importanti che accettano quella valuta come metodo di pagamento. Oltre a questi, non sarebbe possibile dare un giudizio o fare un’analisi appropriata. Ecco perché conviene utilizzare maggiormente l’analisi tecnica.

Le criptovalute lavorano infatti in maniera molto “tecnica”, rispettando solitamente i livelli ovvi di supporto e resistenza e le principali linee di trend. Il rispetto dei livelli tecnici è normale per le valute virtuali in quanto, diversamente da quelle tradizionali che hanno ingenti flussi di ordini dall’economia reale, fare trading con le criptovalute è quasi sempre un’operazione a carattere speculativo, almeno fino a quando non saranno riconosciute come valute vere e proprie dalle Banche Centrali.

Altro fattore da considerare, è che il prezzo delle criptovalute non viene influenzato da eventi esterni, tranne nel caso di annunci da parte di governi e banche, di nuove regole sulla legalità o sulle operazioni con le criptovalute.

Dal punto di vista tecnico, il Bitcoin e l’Ethereum vengono considerate solitamente le criptovalute più semplici da scambiare. E visto che è sempre conveniente fare trading con gli strumenti più liquidi, queste due sono di gran lunga le due criptovalute più liquide oggi in circolazione.

Oggi si può fare guadagnare con il Bitcoin utilizzando supporti e resistenze per determinare la linea di movimento più probabile e la price action delle candele per individuare le inversioni. La volatilità solitamente alta potrebbe rappresentare un problema, in quanto richiede stop loss ampi, ma in genere i movimenti di prezzo sono molto grandi.

Sommario Recensione
Data Recensione
Articolo
Come Fare Trading Con le Criptovalute
Voto
51star1star1star1star1star

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading? Ecco IL CORSO giusto!
... Dopo il Corso, allenati senza rischiare con un Conto Demo

2 pensieri riguardo “Come Fare Trading Con le Criptovalute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *