Le Banche Centrali e L’Influenza Sul Forex Trading

Le banche centrali sono il cuore del sistema finanziario di un determinato paese, in quanto sono le autorità che controllano l’offerta di moneta e, di conseguenza, l’economia di una regione. La loro funzione si è evoluta molto nel corso del 19° secolo a causa dell’instabilità finanziaria che ha contraddistinto questo secolo. La prima banca centrale di cui si ha notizia fu la Riksbank svedese, che nacque nel 17° secolo. La Federal Reserve degli Stati Uniti venne invece costituita solo agli inizi del 20° secolo. Nel corso del tempo, il ruolo delle banche centrali di diversi paesi si sono sviluppate in modo diverso. Vediamo nel dettaglio quelle più importanti.

  • Banca Centrale Europea (BCE) – Il suo compito principale è quello di garantire la stabilità dei prezzi, mantenendo i tassi di inflazione inferiori ma prossimi al 2% nel medio periodo.
  • Federal Reserve degli Stati Uniti – Questa banca ha quattro responsabilità principali: Conduzione della politica monetaria nazionale, influenzando le condizioni monetarie e del credito nell’economia in cerca della massima occupazione, stabilità dei prezzi e tassi di interesse a lungo termine moderati 2. Vigilanza e regolamentazione degli istituti bancari per garantire la sicurezza e la solidità del sistema bancario e finanziario della nazione e per proteggere i diritti di credito dei consumatori. 3. Mantenere la stabilità del sistema finanziario e contenere il rischio sistemico che possano sorgere nei mercati finanziari. 4. Fornire servizi finanziari ad organismi istituzionali, al governo degli Stati Uniti e alle istituzioni ufficiali estere.
  • Banca del Giappone – Controlla il sistema monetario del paese per contribuire allo sviluppo dell’economia nazionale attraverso il perseguimento della stabilità dei prezzi.
  • Banca d’Inghilterra – La sua missione è quella di garantire la stabilità dei prezzi e la fiducia nella moneta nazionale attraverso la politica monetaria, individuando e riducendo le minacce per il sistema finanziario nel suo complesso attraverso la politica finanziaria.

Anche se, in pratica, i ruoli delle banche centrali possono sembrare diversi e anche complicati, in teoria il loro ruolo è quello di aumentare la fase di espansione del ciclo economico e ridurre la fase di contrazione, pur assicurando la crescita futura e prospettica. Questi obiettivi possono essere influenzati attraverso la politica monetaria condotta dalla banche centrali tramite leve economiche come i tassi di interesse, le operazioni sul libero mercato e gli obblighi di riserva. Per raggiungere questi obiettivi, le banche centrali devono detenere riserve in valuta estera ed oro.

Tassi d’Interesse

I tassi di interesse sono la più importante leva economica che una banca centrale può controllare. In una economia classica, i tassi di interesse sono visti come “il prezzo del denaro”. Un alto tasso di interesse sarà capace di attrarre capitali esteri, mentre un basso tasso di interesse tende a forzare il capitale a muoversi al di fuori del paese alla ricerca di una migliore fonte di reddito (rendimenti più elevati). I Forex traders sperimentano questo concetto nel “carry trading”. Le banche centrali scelgono il tasso di interesse desiderato attraverso incontri organizzati. Vi sono due tipi di tasso di interesse di cui dovremmo essere a conoscenza: il tasso di interesse nominale e il tasso ufficiale di sconto (TUS), con cui la Banca centrale concede prestiti alle altre banche. Quest’ultimo è considerato come il termometro del mercato finanziario perché sulla sua base vengono determinati il tasso d’interesse, applicato dalle banche ai propri clienti, e il tasso interbancario, tasso che si applica ai prestiti fra le banche. Quando il TUS aumenta, si è in presenza di una stretta creditizia cioè di una tendenza atta a ridurre i crediti, in conseguenza dell’aumento del costo del denaro. Quando, invece, la Banca Centrale tende a ridurre il tasso ufficiale di sconto, si avrà una tendenza all’aumento dei consumi e investimenti, in conseguenza del minor costo del denaro.

banche-centraliIn generale, si tratta di un’operazione di acquisto e di vendita che aumenta o diminuisce l’offerta di moneta e che avrà un effetto immediato sul tasso di interesse e sulla valutazione della valuta. Ogni banca centrale ha il suo modo “preferito” di influenzare il tasso di interesse attraverso operazioni di libero mercato, ma visto che è il più semplice e il più influente, si concentra sul metodo della Fed. Quest’ultima sceglie il tasso di interesse nominale attraverso attività e passività per i titoli collaterali provenienti da 22 banche. Queste operazioni sono chiamate “operazioni pronti contro termine“. Gli operatori dovrebbero controllare le operazioni di mercato di volta in volta, perché hanno una notevole influenza sul forex trading. La maggior parte delle principali banche centrali, tra cui la FED, BCE, BoE, BoC e altre usano il “sistema di corridoio” per stabilizzare le condizioni del mercato monetario intraday. Nella sua forma più semplice, il ‘sistema di corridoio’ permette alle banche centrali di attrarre depositi e fornire liquidità in quantità illimitata per operazioni overnight. Questo sistema consente alle banche di raggiungere il tasso overnight di destinazione senza creare volatilità e incanalando (come un corridoio appunto) i depositi e prelievi in modo molto controllato. Le riserve minime sono un altro modo di influenzare l’offerta di moneta utilizzata dalle banche centrali. Le banche commerciali sono tenute a tenere l’1% delle loro passività nelle banche centrali, al fine di evitare un eccesso di leva. Questa è una buona misura per ridurre l’offerta di moneta o per cercare di aumentare la domanda di moneta.

Anche se una banca centrale deve essere il più indipendente possibile, i governi e i politici hanno una certa influenza sui suoi scopi e obiettivi. A seconda del paese, il presidente o governatore di una banca centrale viene spesso scelto dal governo in carica. Il Ministero delle Finanze del Giappone è un esempio di un ente governativo dominante che influenza la banca centrale. Tuttavia, uno dei principali requisiti per l’ammissione nell’Unione Europea, è che le banche centrali siano del tutto indipendenti dalla politica. Ma le banche centrali e il governo devono cooperare scegliendo i loro obiettivi economici reali, cercando di scegliere il modo migliore per la propria economia nazionale, così da non avere ripercussione sulla propria valuta e, di conseguenza, sul mercato forex.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading? Ecco IL CORSO giusto!
... Dopo il Corso, allenati senza rischiare con un Conto Demo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *