7 Curiosità Sull’Euro

Dopo il dollaro americano, l’Euro è la valuta più importante del mercato forex. Senza contare che la coppia EUR/USD è quella più tradata in assoluto e che presenta la maggiore liquidità. Nonostante ciò, ci sono oggi degli aspetti poco conosciuti sulla moneta europea, alcuni davvero interessanti.

euro

6 Fatti Sull’Euro Che Pochi Conoscono

A questo proposito, oggi vedremo appunto alcune curiosità interessanti e poco conosciute sul’Euro.

1. Nascita

L’idea di una moneta unica circolava negli ambienti europei già 50 anni fa, ma solo con il Trattato di Maastricht nel 1992 quasi tutti le nazioni del vecchio continente (eccetto alcune, come il Regno Unito) decisero di allineare la loro politica monetaria al fine di sostituire le valute nazionali con una nuova valuta comune.

2. Entrata in Vigore

Sono sicuro che a questa domanda la maggior parte di voi risponderebbe 2001 o 2002. In effetti, è proprio in quegli anni che abbiamo iniziato ad essere pagati e a pagare per beni e servizi in Euro. Tuttavia, la data non è corretta! L’Euro entrò ufficialmente in vigore il 1° Gennaio del 1999, anche se per i primi anni fu utilizzata solo per scopi contabili e nei pagamenti digitali.

3. Origine del Simbolo €

Il simbolo dell’Euro è una sorta di “E” (€) che richiama la forma maiuscola della lettera greca “epsilon” (ε). Questo perché la Grecia viene ritenuta la culla delle civiltà europea. Le due linee orizzontali simboleggiano invece la stabilità.

4. Quanti Paesi Lo Hanno Adottato?

L’Unione Europea si compone di 28 stati membri, ma solo 19 hanno deciso di adottare la moneta unica: Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovena e Spagna.

5. Banconote da 1 e 2 Euro

Tempo fa, alcuni paesi (tra cui l’Italia) chiesero alla BCE (Banca Centrale Europea) di stampare anche banconote in tagli da 1 e 2 Euro. In piena crisi economica, l’idea era quella di limitare le spese in quanto a livello percettivo, le persone sono più restie a spendere banconote cartacee piuttosto che monete. L’idea fu però bocciata dalla BCE! Il motivo? Sarebbe stato troppo costoso.

6. I Disegni Sulle Banconote Esistono Realmente?

Vi siete mai chiesti se le opere disegnate sulle banconote (ponti, archi etc.) esistano realmente? La risposta è no, in quanto si tratta di opere di pura fantasia. Queste furono realizzate dal designer Robert Kalina con un duplice obiettivo: rappresentare graficamente i sentimenti di concordia che avrebbero costituito il punto di riferimento per i paese della comunità europea e non cedere a favoritismi di alcun tipo. I ponti e gli archi, quindi, simboleggiano l’unione fra civiltà di paesi diversi.

7. Banconote più Diffuse

Difficile rispondere oggi a questa domanda. Gli ultimi dati in merito rilasciati dalla BCE sono del 2015 e parlano di ben 18 miliardi e 125 milioni di banconote in circolazione nell’area Euro. La banconota più diffusa è quella da 50 Euro (44%, anche perché è quella solitamente più rilasciata dai bancomat). A seguire, quella da 20 Euro (17,9%) e quella da 10 Euro (12,2%).

Sommario Recensione
Data Recensione
Articolo
6 Curiosità Sull'Euro
Voto
51star1star1star1star1star

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading? Ecco IL CORSO giusto!
... Dopo il Corso, allenati senza rischiare con un Conto Demo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *